È morto Stephen Hillenburg il creatore del cartone animato Spongebob

È morto Stephen Hillenburg a 57 anni, creatore del cartone animato Spongebob. Lo ha annunciato Nickelodeon: “Era un caro amico e un partner creativo di vecchia data – si legge in una nota – e il nostro cuore si stringe intorno a tutta la sua famiglia. Steve è riuscito a regalare a SpongeBob un senso dell’umorismo e un’innocenza unici che hanno portato gioia a generazioni di bambini e famiglie ovunque nel mondo. I suoi personaggi, assolutamente originali rimarranno a lungo a ricordarci il valore dell’ottimismo, dell’amicizia e del potere illimitato dell’immaginazione.

Hillenburg è morto a causa della malattia di Lou Gehrig, noto anche come SLA. Aveva annunciato di avere la malattia nel marzo del 2017. La sua morte arriva poche settimane dopo la morte di un altro eroe dei cartoni animati il creatore della Marvel Stan Lee.

Hillenburg ha ideato, scritto, prodotto e diretto la serie animata iniziata nel 1999 e sbocciata in centinaia di episodi, film e uno spettacolo a Broadway. Stephen Hillenburg ha usato i suoi doppi amori del disegno e della biologia marina per generare l’assurdo mondo sottomarino di SpongeBob, cha attirato in fretta i bambini e i genitori tanto quanto i bambini stessi. “Il fatto che sia sottomarino e isolato dal nostro mondo aiuta i personaggi a mantenere la propria cultura“, ha dichiarato Hillenburg all’Associated Press nel 2001. “L’essenza dello show è che SpongeBob è un innocente in un mondo di personaggi stanchi. Il resto è una confezione assurda.” Mentre Hillenburg ha introdotto e reso popolare creature esotiche come la spugna marina (che nel mondo reale non è quadrata), Bikini Bottom rimane un regno come nessun altro, reale o immaginario. Nato a Lawton, in Oklahoma, Hillenburg si è laureato alla Humboldt State University in California nel 1984 con una laurea in pianificazione delle risorse naturali con enfasi sulle risorse marine, e ha continuato a insegnare biologia marina presso l’Orange County Marine Institute.

Mentre era lì disegnò un fumetto, “The Intertidal Zone”, che usò come strumento didattico. Presenta creature antropomorfe dell’oceano che erano precursori dei personaggi di “SpongeBob”. Hillenburg passò al disegno e conseguì un master in arti figurative in animazione presso il California Institute of the Arts nel 1992. Nello stesso anno ha creato un cortometraggio animato chiamato “Wormholes” che ha vinto gli applausi del festival e gli ha dato un lavoro nello show Nickelodeon “Rocko’s Modern Life”, dove ha lavorato dal 1993 al 1996 prima di iniziare a costruire il mondo sottomarino di SpongeBob di Bikini Bottom , che mostrava la sua conoscenza della vita marina e la volontà di lanciare tutti i dettagli fuori dalla finestra. “Sappiamo che i pesci non camminano“, ha detto all’AP, “e che non esiste una comunità organizzata con strade, dove le macchine sono davvero barche. E se sai molto delle spugne, sai che le spugne vive non sono quadrate.

L’attore Ethan Slater, che nel 2017 partecipò all’adattamento teatrale del cartone animato in un email ha detto: “Ho il cuore spezzato nel sentir parlare della scomparsa di Stephen Hillenburg. Lavorando su SpongeBob, ho avuto modo di conoscerlo non solo come un genio creativo, ma anche come una persona veramente generosa e gentile. Ci ha calorosamente abbracciato a Broadway come i membri più recenti della sua meravigliosa famiglia di SpongeBob, e l’ha reso chiaro fin dall’inizio perché è così: genuina gentilezza.